Adani: Zeman un incubo per me, per Nesta invece…

Il telecronista si racconta in un’intervista. Parla della sua carriera, in particolare noi riportiamo un aneddoto legato a Zeman e Nesta

0
3016

Oggi è uno dei maggiori telecronisti di calcio, ma si racconta in un’intervista, Lele Adani. Parla del calcio giocato, ma da lui: “Io esco dal settore giovanile del Modena, mi faccio 50 partite in Serie B.
2 anni non male a 18/19 anni.
Estate del 94, mi compra la Lazio su richiesta di Zoff, ma quando arrivo trovo Zeman.”

Ed è del Boemo che parla Adani: ”Con Zeman facciamo il ritiro in Svizzera, eravamo tutti spaventati.
Io ero terrorizzato.
25 giorni di ritiro, mezza giornata libera.
Ad un certo punto, scoraggiato, chiamai la mia amata mamma e le dissi:
“Mamma, se giocare in Serie A vuol dire fare 10 volte al giorno i 1000 metri, metà campo in squat con un compagno sulle spalle e altre cose così…non è per me. Torno a casa, in B”.”.

Poi l’aneddoto: “In più c’era un ragazzo moro delle giovanili. Ogni cosa che si faceva, lui andava il doppio degli altri: ripetute sui 1000, palestra, scatti.
Torniamo a Roma e io ero consapevole che dovevo andare a giocare per crescere. Lo ripetevo anche a miei amici che mi chiamavano.
Mi dicevano: “Ma dai, se impari con Bergodi te la puoi giocare…”
E io gli rispondevo: “Guardate che io non giocherò mai qui, ma non per quelli che ci sono. Perché c’è questo ragazzo che ora, che non ha esordito ancora, è già tra i più forti d’Italia”.
Credevano che esagerassi: “Dicci i pregi e i difetti, lo descrivi come un fenomeno…”
“Pregi tutti, difetti nessuno”.
Quel ragazzo era Alessandro Nesta.
Un difensore che ha portato il “difensore italiano” all’eccellenza.
Grande posizione, tecnica, forte, veloce nel breve e nel lungo, grande tempo nella scivolata.
Era clamoroso!”

[Daniele Adani]

Fonte: Diretta Instagram Adani – Nesta

Articolo precedenteDa vecchia Signora a Barbie: la Juve ha il suo “Kean”
Articolo successivoColpo Cerignola: arriva l’ex Foggia Agnelli
Emanuele Gengari, nasce a Foggia 11/10/1997. Appassionato fin da subito al mondo dell’intrattenimento e della comunicazione, si cimenta immediatamente nella conduzione di eventi cittadini, per poi approfondire questo ambito entrando parallelamente a far parte di diverse radio, fino all’approdo a Radio Master (attualmente continua ad esserne speaker). Affascinato dalla potenza della comunicazione, approfondisce i propri metodi frequentando la facoltà di scienze della formazione e dell’educazione presso l’Università di Foggia. Trova poi nella scrittura una grande risorsa per potersi esprimere a contatto con il pubblico. Inizia recensendo uscite musicali per le redazioni delle radio per cui lavora e poi, essendo un grande amante del calcio, riesce ad unirvi la capacità comunicativa grazie all’ingresso nella redazione de lagoleada.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here