Le confessioni di Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha rilasciato un’intervista esclusiva al The Sun (qui il link della versione estesa), in cui – per usare un eufemismo – si toglie diversi sassolini dalle scarpe.

CR7 ammette di sentirsi “tradito” dal modo in cui è stato trattato dai Red Devils, lamentando il fatto di essere nominato la “pecora nera”, colpevole per qualsiasi cosa di sbagliato ci sia nel club.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Ronaldo
Immagine in evidenza: Cristiano Ronaldo – crediti foto: pagina ufficiale Facebook Cristiano Ronaldo

Ronaldo: “Nessun rispetto per ten Hag. Rangnick? Se non si è neppure allenatori, come…”

Sono tre le gestioni attraversate da Ronaldo allo United, quelle di Solskjaer, Rangnick e l’attuale di ten Hag. A proposito del tecnico tedesco, dice: “Se non sei nemmeno un allenatore, come puoi diventare quello del Manchester United? Non l’avevo mai nemmeno sentito nominare.

Parole non proprio al miele neppure per l’ex Ajax: Non ho rispetto per lui perché lui non ne ha dimostrato per me. Se non mi rispetti, io non avrò mai rispetto per te”.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo il video.

Ronaldo: “Ritorno allo United? Ho seguito il mio cuore”

C’era stata anche la possibilità di approdare al Manchester City per il classe 1985 una volta lasciata la Juventus, ma il ritorno allo United è stato dettato dal cuore e da una persona molto speciale, come Sir Alex Ferguson: “Lui mi ha detto ‘È impossibile per te andare al Manchester City’ ed io ho risposto ‘Ok, Boss'”.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: l’esultanza di CR7 in un Manchester United 3-2 Tottenham – crediti foto: pagina ufficiale Facebook Manchester United

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here