Nuova puntata della rubrica “Taccuino Biancoceleste” di Arturo Diaconale. Nell’editoriale odierno, il portavoce della Lazio ha parlato delle parole di Andrea Agnelli e Lapo Elkann:

Stop Serie A? Il bizzarro della situazione è che se Claudio Lotito, Aurelio DeLaurentiis ed altri presidenti chiedono la ripartenza per concludere regolarmente il campionato ed evitare il rischio di pesanti conseguenze economiche sulle società e sul’’intero settore, vengono accusati di egoismo ed il presidente della Lazio, che conosce la situazione degli ospedali del Lazio per ragioni di lavoro ma anche perché ha sempre manifestato grande attenzione e solidarietà per chi vi opera e per chi vi è ricoverato, viene irriso come neo-virologo da Andrea Agnelli e dal cugino Lapo Elkann.
Per cui se Lotito spera nell’esaurirsi breve del contagio è un virologo egoista, mentre se Agnelli ed Elkann puntano sul contagio prolungato non sono anche loro dei virologi senza titolo scientifico, bensì dei difensori della salute e della pubblica virtù.
Ma se i giocatori di Juventus ed Inter non fossero partiti e non ci fossero stati dei contagiati, chi sarebbero i virtuosi e chi gli egoisti? Quelli che badano solo ai propri personali interessi proponendo l’annullamento del campionato o quelli che pensano che i propri interessi coincidano con quelli di un settore che oltre alla salute dei giocatori e dei tifosi deve anche preoccuparsi di non cadere nel baratro dei fallimenti?”.

TACCUINO BIANCOCELESTEI virologi egoisti e quelli virtuosiLa Juventus ha autorizzato alcuni suoi giocatori ad…

Pubblicato da Arturo Diaconale su Giovedì 26 marzo 2020

Immagine in evidenza: Arturo Diaconale (Facebook)

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here