Un caso raro e insolito quello capitato nel campionato di promozione. Protagonista il calciatore Niccolò Falcioni, giocatore della Juventus Domo. Un contatto, una gomitata, che aveva fatto guadagnare al giocatore una semplice ammonizione.

Per la prima volta nella storia, però, un video con il cellulare, dagli spalti, è valso come “prova tv” con cui il giudice sportivo ha deciso di squalificare il calciatore per 5 anni, oltre a inoltrare una richiesta di radiazione da ogni rango e categoria della Figc.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Juventus Domo
La gomitata di Falcioni all’avversario Testori durante Juventus Domo-Dufour Varallo. Video girato dagli spalti e reso virale da Vco Azzurra TV

MONDIALI IN QATAR 2022: LA GUIDA COMPLETA (CLICCA QUI)

Juventus Domo, il video virale

La storia è stata raccontata al grande pubblico da Il Fatto Quotidiano che spiega come il video, pubblicato da Vco Azzurra Tv, era diventato virale dopo la partita tra Juventus Domo e Dufour Varallo. “La gravità del gesto di Falcioni, e le sue conseguenze sia a breve che lungo termine per la stessa vita quotidiana della vittima, non possono ad opinione di questa Giudice passare inosservate ed impunite solo perché fortuitamente non immediatamente percepite dal direttore di gara e dai suoi assistenti”, si legge nella squalifica.

Il giudice ha poi motivato la richiesta di radiazione: “La scelleratezza e la gratuità della condotta violenta perpetrata, inaccettabile da parte di uno sportivo che si voglia ritenere degno di tale appellativo, impongono l’adozione della sanzione della squalifica ed inibizionenel suo massimo edittale, ossia 5 anni, con richiesta di radiazione del tesserato”.

Ecco il video:

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: la gomitata di Falcioni all’avversario Testori durante Juventus Domo-Dufour Varallo. Video girato dagli spalti e reso virale da Vco Azzurra TV

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here