Campionato di Eccellenza Pugliese, campo F.I.G.C. di Foggia. Il 13 Novembre si è disputata, alle ore 14:30, la partita tra l’A.S.D. Foggia Incedit e il Canosa; al termine della stessa si è verificato uno scontro tra alcuni tesserati delle fazioni, degenerato con un’aggressione ai danni del tesserato della squadra ospite, Giovanni Bruno (classe 2001), originario di Andria.

Come riportano i colleghi di andriaviva.it, il giovane fortunatamente è fuori pericolo; al momento, sull’aggressione, stanno indagando le Forze dell’Ordine per ricostruire l’accaduto e per trovare i responsabili. Intanto, entrambi i club, hanno raccontato la propria versione dei fatti mediante comunicati stampa che riportiamo di seguito.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Foggia Incedit-Canosa
Nell’immagine in evidenza, in giallo, l’Incedit Calcio Foggia prima di una partita. Immagine puramente rappresentativa, che non riguarda l’evento in questione.

“A fine partita nello spazio riservato agli atleti ove possono accedere solo i tesserati un calciatore del Canosa è stato aggredito e percosso violentemente. Sono intervenuti sia i Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Foggia che nr.3 pattuglie della Polizia. L’atleta è stato soccorso dal 118 ed è attualmente presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Riuniti di Foggia” – scrive il Canosa Calcio 1948 che ha poi aggiunto – Dopo quasi 5 ore e la Tac, il nostro calciatore vittima di un’aggressione al termine della partita è stato dimesso dagli Ospedali Riuniti di Foggia. I sanitari avrebbero voluto trattenerlo in osservazione una notte ma ha preferito rientrare ad Andria nonostante il referto abbia chiaramente evidenziato i postumi della violenza subita. Ci saremo aspettati la visita di una rappresentanza della società Foggia Incedit di solidarietà ma ciò purtroppo non è avvenuto”.

Anche il Foggia Incedit ha raccontato la sua versione dei fatti: “Segnaliamo e raccontiamo quanto successo nel fine gara fra Foggia Incedit e Canosa Calcio. Al triplice fischio finale dell’arbitro dopo che i calciatori del Canosa senza essere attaccati e ostacolati hanno festeggiato con i loro tifosi la vittoria, nel rientrare negli spogliatoi i tesserati del Canosa che erano sugli spalti hanno tentato di accedere nell’aria spogliatoi al momento non accessibile in quanto non era ancora rientrata la terna arbitrale aggredendo l’addetto alla sicurezza che presidiava il cancello tutto questo ha scaturito un parapiglia generale coinvolgendo anche i tifosi del Canosa che addirittura hanno provato a scavalcare il cancello. Noi come società siamo intervenuti nel cercare di bloccare questa inspiegabile e assurda invasione.

In seguito il dirigente del Foggia Incedit, Davide Tigre, è intervenuto nell’ambito del programma ‘Super Mario Sport’ – in onda su Telesveva – spiegando la versione dei fatti del club dauno:

Solamente le Forze dell’Ordine potranno fare chiarezza sull’accaduto, fermo restando che va condannato qualsiasi gesto di violenza, del tutto lontana dai valori dello sport.

Nell’immagine in evidenza, in giallo, l’Incedit Calcio Foggia prima di una partita. Immagine puramente rappresentativa, che non riguarda l’evento in questione.

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here