Dopo 23 giorni di arresti domiciliari, torna libero per un errore procedurale il presidente del Foggia Nicola Canonico. Come riportato dai colleghi de “L’Attacco”, si è tecnicamente trattato di un difetto di notifica all’indagato sulla fissazione dell’udienza davanti al Tribunale del Riesame: vizio di forma che, secondo quanto stabilito dal Codice di Procedura Penale, rende inefficace la misura cautelare contro cui è proposto il ricorso.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Nicola Canonico
Il presidente Nicola Canonico, foto di Mario Mescia per lagoleada.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Difetto di notifica, errore rende inutile discussione ricorso Laforgia. Canonico torna libero

L’errore rende difatti inutile la discussione del ricorso da parte del legale difensore di Canonico, Michele Laforgia: il Gip aveva infatti confermato la misura cautelare per associazione a delinquere e corruzione elettorale, la Procura aveva dato parere favorevole alla scarcerazione ritenendo la non più sussistenza delle esigenze cautelari.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: il presidente del Foggia – crediti foto: pagina ufficiale Facebook Calcio Foggia 1920 (frame da video di una conferenza stampa)

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here