Rientra tra le leggende del Foggia Domenico Rosa Rosa.

Il primo presidente della centenaria storia rossonera ad aver regalato la massima serie ai rossoneri negli anni Sessanta avrebbe quest’oggi compiuto cento anni. Presieduto da Rosa Rosa e guidato da Oronzo Pugliese, il Foggia scalò dalla Serie C alla A in appena due anni: indimenticabile la gara del 31 gennaio 1965, in cui i pugliesi ebbero la meglio per 3-2 sulla grande Inter di Helenio Herrera, campionessa del Mondo, in una partita passata alla storia.

Con Rosa Rosa, il Foggia vinse inoltre la Coppa della Alpi – bis (primo ed unico trofeo internazionale nella bacheca dei “Satanelli”).

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Rosa Rosa
Immagine in evidenza: Domenico Rosa Rosa – crediti foto: pagina ufficiale Facebook Calcio Foggia 1920

L’intervista al figlio Gioacchino: “Vi racconto il Foggia di mio padre”

Ad inizio 2021, il figlio Gioacchino concesse un’intervista ai nostri microfoni, in cui raccontò anche quale fosse lo spirito che si respirava all’interno di quel gruppo, una vera e propria famiglia.

“[…] Mio padre non voleva star. Preferiva un gioco di squadra che i solisti prestigiosi. E per i giocatori era un secondo papà. Ha aiutato molti di loro a fine carriera. Tutti prendevano lo stesso ingaggio, lo stesso stipendio, nessuna eccezione.

Ma per quelli un po’ più malmessi economicamente, per quelli che pensava” – ci disse Rosa Rosa – “che avrebbero avuto difficoltà a fine carriera faceva per loro dei libretti di risparmio in segreto. Libretti che avrebbero ricevuto a fine carriera e che gli avrebbero consentito di aprire una piccola attività o metter su famiglia”. Clicca qui per leggere l’intera intervista!

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: l’impresa di Rosa Rosa, il Foggia in Serie A – crediti foto: collezione privata famiglia Rosa Rosa

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here