Foggia non si dimentica.

Lo sa bene l’ex Direttore Sportivo dei Satanelli, Giuseppe Di Bari, che ha parlato a TMW della sua esperienza col club:

“Il legame con Foggia e la squadra c’è ed è più forte che mai, non potrei non seguirli. Sono secondi in classifica e spero per loro che continuino su questa strada, non augurerò mai qualcosa di negativo al Foggia. Il rossonero è la mia seconda pelle, sia per l’esperienza da calciatore che per quella da Direttore Sportivo, anche se alla fine mi hanno esonerato. Ho sempre voluto rimanere a Foggia, per cui ho rifiutato anche offerte importanti, sia da calciatore che da direttore”.

Originario di Manfredonia, Di Bari ha iniziato la sua carriera da calciatore con la Polisportiva Salvemini. Entra nel professionismo quando viene chiamato dal Bisceglie, dove disputerà ben 99 partite in Serie C2, condite da un gol. Nel 1992 il punto più alto, la Serie A con il Foggia di Zdenek Zeman. Cinque anni dopo andrà a Treviso, per poi trasferirsi nel 1999 al Savoia.

Acquisita la qualifica di Direttore Sportivo nel 2011, ha ricoperto il ruolo nel Foggia dal 2012 al 2017, seguendo difatti l’intero percorso che ha portato i Satanelli dalla Serie D alla Serie B.

Immagine in evidenza: Foggia Città Aperta su Youtube

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here