“Io non sono stato contattato dal Napoli. Sono stato contattato dal Milan, come sapete dopo poco che ero stato esonerato. Poi è stato deciso di pagarmi rimanendo a casa e sono rimasto a casa” – senza troppi giri di parole è lo stesso Luciano Spalletti, a margine degli Italian Sport Awards a Castellamare di Stabia, a spiegare quanto accaduto con il Milan che lo aveva scelto per sostituire Giampaolo prima di virare inevitabilmente su Stefano Pioli.

“Se attualmente sono pronto per un’altra esperienza? Fosse stato per me io non avrei smesso. Ora è facile guardare al futuro. Quello di cui ho bisogno è un’altra sfida come quelle con Zenit, Roma e Inter. In pratica mi piacciono quelle situazioni dove ci si deve rimboccare la maniche per riuscire a risolvere situazioni complicate“. E sulla scorsa stagione ha aggiunto: “E’ stato un anno particolarmente intenso, una stagione per certi versi complicata. Forse per questo che la classifica alla fine ha avuto anche più valore con il raggiungimento della Champions”.

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here