Nella notte appena trascorsa, a Foggia, si sono registrati due atti intimidatori: il primo riguarda l’auto del calciatore Iemmello che è stata data alle fiamme da ignoti, il secondo si è consumato nei pressi del pastificio Tamma dove è stato posizionato un ordigno esplosivo. Lo stabilimento è di proprietà dei fratelli Sannella, i patron del Foggia Calcio. Tutto pare sia dovuto alla scarsa prestazione dei calciatori rossoneri a Lecce, nel derby perso 1-0. Le forze dell’ordine stanno indagando, impossibile non collegare i due episodi, entrambi dolosi.

Inoltre, verso le 20.30, alcune pattuglie della polizia hanno blindato lo stadio per scortare, eventualmente, il pullman del Foggia al rientro in città, temendo una reazione da parte della tifoseria foggiana che, fortunatamente, non c’è stata.

Foto: Telefoggia

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here