Dopo i disordini tra le due tifoserie, nel corso di Foggia-Avellino, è intervenuto il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. Nel corso della mezzora di gioco, ci sono stati alcuni momenti di tensione tra i tifosi dell’Avellino che, dal settore ospiti, lanciavano diverse bombe carta, e quelli della Curva Nord del Foggia. Le due tifoserie, in seguito all’esplosione degli ordigni, si sono poi lanciate a vicenda, dai rispettivi settori, alcuni fumogeni.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Tifosi dell’Avellino
Tifosi dell’Avellino, crediti: Mario Marino/Riproduzione Riservata

In seguito a questi eventi, Ghirelli ha rilasciato alcune dichiarazioni, dicendo che si agirà legalmente:

“All’esito dell’identificazione dei responsabili da parte delle forze dell’ordine, la Lega Pro darà corso, senza indugio, ad ogni opportuna azione in sede giudiziaria per richiedere ai responsabili il risarcimento dei gravissimi danni che questo movimento calcistico professionistico sta subendo in conseguenza delle azioni delinquenziali. A Foggia la partita tra Foggia ed Avellino è stata sospesa a causa di continui, pericolosissimi lanci di petardi verso il terreno di gioco e tra settori del pubblico”.

Le scuse al Prefetto di Foggia

“Basta! Chiedo scusa al Prefetto di Foggia che tanto aveva lavorato per ampliare i posti per accogliere tifosi. Tifosi? Delinquenti. Basta! Ho dato mandato ai legali di intraprendere ogni opportuna azione per richiedere i danni a chi, facendo atti delinquenziali, mette a rischio l’incolumità dei calciatori e degli spettatori, arrecando un danno incalcolabile all’immagine della Serie C”.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Foto: legapro.com

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here