mercoledì, 21 Febbraio, 2024

Tutto il Foggia è sotto esame: oggi è una gara verità

La gara col Potenza è uno snodo cruciale per il futuro del Foggia, oggi chiamato a svoltare

Partita da non sbagliare: rischia di più il Foggia dallo scontro diretto contro il Potenza (calcio d’inizio ore 18.30). Si affrontano due formazioni sul viale del tramonto, rischio playout in agguato senza risultati tangibili. Ma per i rossoneri è una sfida dal doppio fondo: i tre punti serviranno anche per salvare la panchina di Cudini“. Lo si legge sull’edizione odierna (10/12/2023) del Corriere dello SportPuglia, che parla di Foggia-Potenza di oggi pomeriggio.

Vigilia di voci (che in genere non fanno bene allo spogliatoio) e di sanzioni, come quella inflitta alla società e agli sportivi foggiani per mano dei tifosi dopo le due giornate di squalifica cadute sullo Zaccheria per i disordini di Caserta. I rossoneri giocheranno le prossime due gare a porte chiuse, faranno in tutto quattro dopo Foggia-Giugliano e Foggia-Virtus Francavilla d’inizio campionato: se non è record in una sola stagione, poco ci manca. Eppure c’è – prosegue l’articolo – chi sospetta sia un vantaggio per il Foggia, in un momento così difficile, giocare senza pubblico: la squadra avrebbe accusato troppo la pressione del pubblico e sarebbe stata indotta a sbagliare di più. Di certo non se ne avvantaggerà la società di Canonico che dai mancati incassi di due partite (la seconda sarà contro il Monterosi del 23 dicembre) subirà un danno economico rilevante in termini di mancati introiti dalla vendita dei biglietti“.

Resta aggiornato, iscriviti al nostro canale WhatsApp! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Foggia-Potenza
Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Potenza (Playoff Serie C 22/23) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE RISERVATA)

Per il Foggia oggi è una gara verità

Partita in ogni caso della verità questa per i rossoneri, alle prese con una congiuntura di risultati inedita in questo campionato. Due ko nelle ultime due partite hanno certificato una crisi scoppiata all’improvviso: e pensare che i rossoneri erano in ripresa. Nelle ultime cinque partite il Foggia ha viaggiato alla media di un punto (una vittoria col Messina datata 19 novembre e due pareggi), ma la formazione di Cudini prima di incappare – proseguono i colleghi – nei due ko aveva messo insieme tre risultati utili. Il ko contro il Latina (il primo stagionale allo Zaccheria) e il capitombolo con la Casertana (un tempo regalato ai campani), hanno fatto scoppiare incomprensioni e malesseri all’interno della squadra come l’esclusione, abbastanza sorprendente alla vigilia della Casertana, di Schenetti e Peralta poi fatti entrare nella ripresa. Ora siamo alla resa dei conti, squadra e tecnico sono davanti alle stesse responsabilità. Se Cudini rischia l’esonero, con il mercato alle porte anche l’organico potrebbe essere rivisitato, come avvenne una stagione fa quando la rosa fu largamente modificata in corsa (sette partenze, sei nuovi arrivi). Per il Foggia – conclude il pezzo – messo di fronte a un altro bivio, l’ora delle prime risposte in una stagione che stenta a decollare“.

Resta aggiornato, iscriviti al nostro canale WhatsApp!

Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Giugliano (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here