Un calcio alle discriminazioni.

Sergio Vessicchio è stato radiato dall’Ordine dei Giornalisti Campania. L’ormai ex telecronista aveva insultato un arbitro donna durante la sfida di Eccellenza tra Agropoli e Sant’Agnello.

Soddisfatti il consigliere regionale campano Francesco Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli 

“Concordiamo con la decisione dell’Ordine dei giornalisti della Campania di radiare Sergio Vessicchio dall’Albo dei pubblicisti. Si tratta di una decisione di buon senso nei confronti di un soggetto, che a più riprese, si è reso protagonista di atteggiamenti deplorevoli e profondamente contrari al codice deontologico.
Ricordiamo ad esempio i suoi insulti sessisti ad una donna arbitro, durante la telecronaca dell’incontro di calcio Agropoli-Sant’Agnello, o le sue affermazioni profondamente omofobe nei confronti del calcio femminile. Affermazioni del genere, profondamente offensive e assolutamente slegate dal legittimo diritto di critica, lo rendono un individuo assolutamente non all’altezza di fare un mestiere che richiede livelli altissimi di professionalità e serietà.
Quando Vessicchio affermò che un arbitro donna era indegna di arbitrare una partita di calcio denunciammo con forza le sue affermazioni, affermando che si trattasse di mantra da bar assolutamente non consoni per una comunicazione di carattere giornalistico. Ora, in seguito alla sua radiazione, non possiamo che ribadire quanto affermammo all’epoca: sessisti ed omofobi devono restare fuori dal mondo del giornalismo”.
Immagine in evidenza: Iconanews.it

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here