Nella lotta al Covid-19, la UEFA ha finalmente un piano per finire Champions ed Europa League, con l’ipotesi in estate inoltrata: le due coppe infatti, potrebbero essere completate in tre settimane nel mese di agosto. Vediamo i dettagli

L’indiscrezione sulla proposta proveniente da Nyon è stata lanciata dal Sunday Express e dal The Sun: i vertici puntano a giocare in Europa ad agosto, purché la deadline di inizio dei campionati nazionali, delle squadre coinvolte nelle coppe, non possa andare oltre metà giugno. Si giocherebbero ovviamente a porte chiuse e con la diretta tv, come già annunciato da Ceferin.

Champions, il piano della UEFA

Tre i format possibili; il Final Eight, che però resta la soluzione più difficile da attuare per via del dover radunare otto squadre in un’unica città: si recupererebbero gli ottavi e poi le otto qualificate ai quarti si sfiderebbero in gare secche, in un’unica sede.

La seconda strada è quella del Final Four, versione ridotta del final eight; si partirebbe dalle semifinali con undici partite in tre settimane in un’unica sede scelta dalla UEFA. Ultima ipotesi quella delle Gare Secche, undici partite in massimo tre-quattro settimane: dagli ottavi poi i quarti mentre le semifinali si giocherebbero in gara unica fino alla finale.

Foto Lega Serie A

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here