Padre Mario Toffari, in un video postato sui social, ha spiegato il settimo comandamento citando la Juventus. Il sacerdote bresciano ha preso come riferimento lo Scudetto che Andrea Agnelli rifiuterebbe nel caso in cui il campionato terminasse definitivamente:

La Juventus ha detto che non vuole lo scudetto che non è stato vinto sul campo e che non vuole fare come l’Inter. Noi diciamo al presidente della Juve, che siamo lieti che non voglia prendere una cosa non sua, ma cerchi di esser bravo anche a riconoscere che anni fa non ha dato indietro quello che non era suo. Non rubare è fatto di due realtà: non prendere una cosa che non è nostra e, se l’abbiamo presa, dobbiamo restituirla all’altro. L’onestà, la verità e le virtù cristiane o sono bianche o sono nere e allora sono disonestà e non verità. L’onestà non può essere bianconera, è una cosa fuori dalla definizione. L’importante è il settimo comandamento, non rubare e se lo abbiamo fatto restituiamo agli altri“.

Fonte: Corriere dello Sport

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here