Avere a disposizione un’analisi pre e post-partita, che comprenda lo studio e l’osservazione degli avversari basato su dati oggettivi, è il sogno di molti dirigenti sportivi. C’è un club però che ci è riuscito davvero: si tratta del Leatherhead Football Club che milita nella Isthmian League, nella settima divisione del calcio inglese.

Una formazione composta da autisti per le consegne a domicilio, venditori di automobili e commessi. Pur non essendo formato da professionisti, il club ha delle ambizioni e Nikki Bull, l’allenatore ed anche portiere del Leatherhead, aveva bisogno di un valido supporto, una tecnologia intuitiva e semplice dal momento che sia lui che i giocatori avrebbe avuto poco tempo a disposizione per dedicarsi all’apprendimento. Così, il club, ha deciso di avvalersi di IBM la quale, come annunciato da Joe Pavitt, Master Inventor di IBM, avrebbe sviluppato un’applicazione inedita dell’Intelligenza Artificiale.

Nikki Bull
L’allenatore, Nikki Bull è anche il portiere del club, crediti: kentonline.co.uk

Come funziona l’intelligenza artificiale di IBM

IBM Watson Discovery studia i report sulle partite e i feed dei social network in modo da accogliere dati sugli avversari i quali, una volta analizzati, forniscono un quadro basato sull’andamento delle ultime partite. Uno studio approfondito in grado di fornire dettagli sui giocatori più forti, sulle tattiche utilizzate e sull’equilibro fra la fascia destra e la fascia sinistra. L’applicazione è di facile utilizzo grazie ad IBM Watson Assistant che permette all’utente di porre domande e ricevere le informazioni richieste: l’applicazione suggerisce anche a visione di video ad esempio per rivedere gli highlights di una partita con semplici comandi vocali, come per esempio Mostra i tiri contro il Bognor.

Il club inglese poi ha comunicato di aver riscontrato risultati notevoli grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, ed è successo nel quarto turno di qualificazioni per la FA Cup, dove l’applicazione aveva previsto una partita tra la squadra del Leatherhead e l’Hitchin Town. Gli allenatori del Leatherhead hanno potuto consultare i dati chiave estrapolati da una vecchia partita tra le stesse squadre e di individuare una debolezza nel terzino sinistro del Leatherhead. L’analisi dell’applicazione coincideva con il report degli osservatori, i quali aveva riportato come l’Hitchin tendesse ad entrare facilmente in area di rigore. La previsione si è verificata e infatti il terzino sinistro del Leatherhead ha causato un rigore che ha portato alla sconfitta del Leatherhead e uscita dalla coppa.

Trasformare i punti deboli in valore aggiunto

Lo scopo del progetto è quello di dimostrare come, grazie a questa tecnologia, è possibile mettere a punto strategie e tattiche più efficaci, specie per quelle squadre in difficoltà. Se la cosa non vi convince pensate che il Leatherhead, grazie ai consigli della piattaforma Watson (dove possono accedere anche gli stessi giocatori per valutare la propria performance sul campo) è riuscito a scalare ben 12 posizioni in classifica nella stagione 2018/2019. Il club al momento occupa l’ottava posizione ed è in zona playoff.

Foto: ebilisim.org
Fonte: “How One English Football Club Scores Points with AI” – by for IBM

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here