Dopo la vittoria al fotofinish contro il Napoli, Luciano Spalletti è tornato a parlare sugli ululati nei confronti di Koulibaly e sugli scontri avvenuti fuori allo stadio. L’allenatore dell’Inter condanna tutto ciò che è successo e lo ha fatto con queste parole:E’ ora di dire stop al razzismo e ad ogni forma di discriminazione negli stadi, vorrei che si parlasse solo di calcio giocato, queste cose non dovrebbero esistere. È stata una bella partita, si sono affrontate due squadre che hanno dato spettacolo ma il risultato non è dipeso da questi episodi.

 

Spalletti ha parlato anche della squalifica dello stadio “Giuseppe Meazza”: “E’ un peccato, i nostri tifosi sono importanti ma se questo servirà a risolvere i problemi giocherò volentieri queste due partite a porte chiuse”. Poi, si è parlato anche della fascia ad Asamoah. Nelle ultime ore, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha proposto di far indossare nella sfida contro l’Empoli, la fascia da capitano al ghanese, ma Spalletti ha voluto mettere subito in chiaro le cose: “Queste cose non servono, è necessario potenziare i controlli e risolvere il problema, che è molto serio. L’Inter ha già un capitano e Icardi si è comportato da vero leader, andando subito verso Koulibaly per dargli sostegno.

 

Spalletti ha parlato anche della partita contro l’Empoli: “Ogni qualvolta che torno ad Empoli sono emozionatissimo. Ho allenato questa squadra e ho tanti ricordi belli. Conosco tante persone e ho tanti amici. Iachini è un tecnico preparato, l’ho avuto come calciatore, mi fa piacere ritrovarlo da avversario. Dobbiamo sfruttare tutte le qualità che abbiamo perché sarà una partita difficile, l’Empoli ha individualità importanti. Nainggolan? È convocato ma devo fare delle valutazioni, non so se partirà dal primo minuto, di certo qualcosa nell’undici di partenza la cambierò.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here