Il Monza vola in Serie A!

Entusiasmante la finale di ritorno dell’Arena Garibaldi di Pisa. Si parte dal 2-1 per i lombardi dell’andata, ribaltato in dieci minuti dai padroni di casa: pronti-via e Torregrossa si libera di Pirola e deposita in rete un pallone messo in mezzo da Beruatto. Giunge ancora dai piedi del 20 nerazzurro la rete del raddoppio, che ancora una volta crossa in area e stavolta trova la testa di Hermannsson, bravissimo a staccare e superare Di Gregorio. Il tabellone al 10′ segna 2-0.

I biancorossi, nonostante il pesante svantaggio, non si perdono d’animo e riaprono i discorsi al 23′: da Carlos Augusto la sfera arriva a Mota Carvalho che lascia palla a Machin, abile a saltare Leverbe e mettere sotto l’incrocio.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo il tweet.

Tocca il cielo con un dito il Monza al 79′ grazie ad un cinico Gytkjær: errore in uscita di Leverbe, il numero 9 riceve da un Mota Carvalho oggi in versione assist-man e supera Nicolas. Quando tutto sembra ormai finito, ecco la linfa vitale per il Pisa: corta respinta di Caldirola, Mastinu si avventa col sinistro e da fuori area supera Di Gregorio facendo esplodere il pubblico di casa.

Il punteggio è di assoluta parità tra andata e ritorno, si vola quindi ai tempi supplementari, dove i ragazzi di Giovanni Stroppa mettono la freccia direzione A: stappa l’extra-time Luca Marrone al 97′ di testa, servito dalla destra da Molina. Chiude la contesa Gytkjær cinque minuti più tardi, approfittando dell’errore di Birindelli che gli consegna palla e consente di andare a tu per tu con Nicolas, battuto in uscita. È 3-4.

Il risultato non cambia più e i lombardi – che seguono Lecce e Cremonese – possono festeggiare la loro prima, storica promozione nella massima serie.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: Monza promosso in Serie A – crediti foto: pagina ufficiale Facebook AC Monza

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here