Fine di un incubo.

L’ex portiere di Torino e Brescia, Matteo Sereni, è stato prosciolto dalle accuse di molestie sessuali sulla figlia. I presunti fatti sarebbero accaduti in una villa in Costa Smeralda nel 2009.

Il processo era cominciato ben nove anni fa, quando Sereni e l’ormai ex moglie si sono separati. Il 44enne era stato condannato a 3 anni e 9 mesi di reclusione dal Tribunale di Tempio Pausania, che poi ha passato il caso a Sassari che a sua volta lo ha trasmesso a Torino per competenza territoriale. 

Secondo la sentenza emessa,

“i minori (i figli che Sereni ha avuto dalla ex moglie ndr.) sono stati per lungo tempo e reiteratamente interrogati con modalità inappropriate e potenzialmente suggestive di falsi ricordi dalla moglie separata Silvia Cantoro, dalla suocera Franceschina Mulargia e dai consulenti tecnici in ambito civile e penale. Quasi tutti i magistrati che si sono occupati della vicenda hanno evidenziato che i minori sono stati in più occasioni sentiti con modalità inappropriate”.

Immagine in evidenza: Brescia Today

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here