Hanno sollevato non poche critiche le dichiarazioni rilasciate a Il Mattino dall’ex capo della Procura Federale Giuseppe Pecoraro in merito alla mancanza della registrazione dei dialoghi tra l’arbitro Orsato e il Var in occasione del fallo di Pjanic, già ammonito e per il quale i nerazzurri chiedevano a gran voce il secondo cartellino (Inter Juventus 2018). Proprio di questo ha parlato a Sky Sport l‘ex fischietto e attuale designatore arbitrale Nicola Rizzoli:

La registrazione mancante di cui parla Pecoraro? È giusto chiarire, non facciamo confusione. Le situazioni da protocollo sono quelle che vengono registrate, non dagli arbitri ma da un provider della Lega, che mette queste clip a disposizione dell’Aia se vuole utilizzarle per fare didattica. Solo quelle 5/6 a partita vanno online, che noi possiamo scaricare per fare della didattica. Queste clip vengono mandate all’Ifab. E non sono di possesso dell’Aia. Quelle che sono arrivate a Pecoraro? Ha richiesto l’audioregistrazione dell’intera partita che non viene mai fatta, non è in possesso di nessuno, non esiste. Le uniche a disposizione erano quelle da rigore, da rosso, da protocollo ecco. Un’ammonizione, per quanto sia la seconda, non è una questione da protocollo. La registrazione, che noi comunque abbiamo richiesta alla Ifab, non è mai stata fatta, quindi.

Nel corso dell’intervista, Rizzoli ha anche spiegato tecnicamente cosa si dicono arbitro e VAR quando ci sono situazioni dubbie, puntualizzando però che nell’episodio in questione la decisione presa da Orsato non fu quella corretta:

Nelle situazioni dubbie, e ci sono, come quelle sul rosso o sul giallo, il VAR dice “fermo non ricominciare”. Nel momento in cui lo dice, è chiaro che poi prima di ricominciare si dice “ok, silente check controllato, puoi riprendere”. Ci sta che “non è rosso” voglia dire che è giallo. Comunque, tornando a quell’episodio, non è stata presa la decisione corretta, come è stato dimostrato dalle scelte di designazione successiva

Se il campionato riprende, il VAR ci sarà: parola di Rizzoli

Se ci sarà il Var con la ripresa? Assolutamente sì, abbiamo chiesto e stiamo lavorando con lega e federazione per cercare di ridurre i rischi al minimo. Ora ci sono 4 persone, ora ci saranno 3 persone con tutte le distanze necessarie, mascherine, guanti, plexiglass. Si riprenderà col Var nel rispetto della normativa.

Crediti foto: FIGC

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here