Spesso abbiamo parlato del bellissimo rapporto tra Franco Mancini e Zeman; il portiere rossonero per eccellenza è stato pioniere del ruolo libero nel calcio italiano.

Più di un pupillo di cui Zeman è sempre andato fiero: “Franco Mancini per me è stato un altro figlio, aveva giocato buona parte della sua carriera con me” – ha sempre ricordato il boemo.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Zeman e Franco Mancini
In primo piano Zeman, foto di Luigia Spinelli; in sfondo Franco Mancini, foto Wikipedia

La promessa di Zeman a Franco Mancini

Rapporto emerso anche nel libro “La bellezza non ha prezzo”, di Andrea Di Caro vicedirettore della La Gazzetta dello Sport: “Non sono abituato a piangere e a commuovermi su un campo di calcio, mi è successo solo due volte: alla fine di Sampdoria-Pescara, la gara che sancì la promozione in serie A, quando senza vergogna mi scesero le lacrime pensando a lui, e un’altra volta, sempre in panchina, perché sentivo la sua mancanza”.

Poi una promessa: “Penso spesso a lui, mi mancano i suoi occhi profondi, i suoi pensieri, la sua passione, quella sua ritrosa malinconia. Ciao ragazzo, ci incontreremo un giorno.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here