Il Bitonto, e qualche suo tesserato, sono stati rinviati a giudizio per una presunta combine. Si tratta di un’inchiesta volta ad accertare eventuali irregolarità per la partita Picerno-Bitonto del 5 maggio 2019, terminata con il punteggio di 3-2. A riportarlo è Gianluca Di Marzio.

La partita del girone H del campionato di Serie D, sarebbe stata volutamente persa da parte dei giocatori bitontini, tra cui gli attaccanti Patierno Picci. Secondo quanto riportato da gianlucadimarzio.com, i giocatori avrebbero concordato una cifra complessiva di 25mila euro, da dividere con il resto del gruppo.

Il Bitonto rischia la retrocessione d’ufficio

Vista la responsabilità diretta, la società rischia ora la retrocessione d’ufficio e il Foggia potrebbe giovarne.

La Procura Federale ha infatti disposto un rinvio a giudizio per la società pugliese e per i giocatori Patierno, Picci, Anaclerio, De Santis (Vincenzo e Nicola), Fiorentino, Montrone e D’Aucelli. Indagati anche il presidente del Bitonto Rossiello e il dg del Picerno Mitro. Si è ritenuto, si legge nel comunicato, “di non dover disporre lo stato di archiviazione del procedimento”.

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here