Pochi minuti fa, Ninni Corda, allenatore del Foggia, ha presentato l’imminente sfida dei rossoneri contro il Sorrento. Queste le sue parole:

“Il Sorrento è una squadra che con le grandi ha fatto benissimo, ha pareggiato a Casarano, prende pochi gol. Ha un ottimo allenatore, sono forti in tutti i reparti. È una squadra difficilissima da affrontare. Hanno vinto anche a Taranto. Noi dobbiamo continuare a vincere, abbiamo tre partite in sette giorni, il nostro obiettivo è quello di fare sempre i 3 punti.

Gli infortunati? Ho recuperato solo Kourfalidis. Salvi rientrerà domenica prossima.
Il Sorrento è in forma, sono sette partire che non perde. Ci stiamo organizzando per essere al meglio. I ragazzi sono molto duttili, si mettono tutti a disposizioni, anche se non giocano nel proprio ruolo naturale. Affronteremo la gara con grande determinazione.
Bitonto? Preferisco parlare delle altre partite, che non siano scontri diretti perché sono quelle le partite da vincere, anche se con il Sorrento è già uno scontro diretto perché sono veramente bravi e hanno una squadra completa.
Il Sorrento gioca anche con il portiere, una squadra che ha molta personalità, a centrocampo hanno qualità, davanti sono tutti bravi.
Le ammonizioni ci stanno perché se ci si trattiene poi si gioca male. Quindi Viscomi ha fatto bene a prenderla. Certo ci dispiace per Anelli che è ancora squalificato.
Giocatori in prova? Nessuna novità.
Sono soddisfatto per quello che stiamo facendo, dobbiamo chiudere le partite prima ma per il resto sta andando bene. Sarò soddisfatto totalmente a maggio se raggiungeremo l’obiettivo che ci siamo prefissati.
Orari delle partite? Abbiamo voluto chiarimenti, non è cambiato nulla, ci hanno detto che se due squadre si mettono d’accordo possono proporre il proprio orario. Secondo me tutti devono giocare alle 14.30. Con l’Andria ci hanno chiesto di giocare alle 18.30. Noi non siamo assolutamente d’accordo. In Coppa Italia hanno fatto una cosa giusta, perché sicuramente potrà venire più gente alle 20.30″.

Poi, un pensiero per il crollo di viale Giotto: “È stata una cosa terribile, Foggia è una città forte. 67 persone morte sotto le macerie è stata davvero una tragedia. Domani è una giornata importante per Foggia, noi dobbiamo onorare assolutamente la memoria delle vittime”.

Nella foto Ninni Corda, crediti: Mario Mescia/lagoleada.it © riproduzione riservata

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here