lunedì, 26 Febbraio, 2024

Napoli e Champions League: il sogno è possibile

Cammino più impervio in Champions League. Nonostante questo, il Napoli di Spalletti è tra le favorite per la vittoria: l'analisi

Se la stagione del Napoli sembra destinata alla vittoria finale in campionato visto il grande vantaggio accumulato dai partenopei sulle avversarie, il cammino sembra decisamente più impervio in Champions League.

Nonostante questo, il Napoli è tra le favorite per la vittoria finale, anzi, la squadra di Spalletti è proiettata a gonfie vele verso la finale di Istanbul.

Napoli-Lecce
Napoli-Lecce, fotografia di Pasquale Golia per lagoleada.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli e Champions League: i fatti

Inizialmente la squadra non partiva tra le più papabili per vittoria finale ed il girone sembrava essere abbastanza duro. Il sorteggio aveva infatti posto gli azzurri nello stesso gruppo di Liverpool, Ajax e Glasgow Rangers. Una sfida difficile ma non impossibile, in quanto l’unica squadra che sembrava essere superiore era il Liverpool.

Pronti, via ed il Napoli ha subito messo le cose in chiaro rifilando 4 gol ai Reds, in una partita al Maradona che è finita in un’apoteosi. Già alla fine del primo tempo gli uomini di Spalletti avevano archiviato la pratica con 3 gol di vantaggio e hanno dovuto semplicemente amministrare il vantaggio nella seconda metà di gara.

Le partite successive fuori casa hanno consacrato il Napoli come una delle squadre più in forma nel panorama europeo avendo vinto infatti con un netto 3 a 0 in Scozia contro i Rangers e per ben 6 a 1 in casa dell’Ajax. In entrambe le sfide è emersa la forza della squadra nel suo insieme, dove chiunque venga chiamato a giocare è perfettamente inserito negli schemi di mister Spalletti. Certo le individualità aiutano e sono in grado di spaccare la partita in due.

Champions League
Immagine in evidenza: Champions League – crediti: foto di bigbabybonze da Pixabay

I Campioni

I giocatori che più hanno stupito sono di certo Victor Osimhen e la sorpresa Khvicha Kvaratskhelia che ha saputo incantare con la sua tecnica sopraffina unita ad una concretezza fuori dal comune. Non si può non menzionare Piotr Zielinski, un centrocampista con una grandissima capacità di inserimento ed in grado di segnare come un attaccante.

Nelle sfide di ritorno del girone il Napoli ha confermato la sua vena realizzativa infliggendo all’Ajax, in visita al Maradona, una nuova sconfitta per 4 a 2. Stesso destinato toccato anche ai Rangers che hanno subito la doppietta di Giovanni Simeone ed il sigillo finale di Østigård, per un Napoli che in quel momento aveva centrato 5 vittorie su 5 nel girone di Champions.

L’ultima partita, ad Anfield contro il Liverpool, ha visto i partenopei subire la prima sconfitta: gli uomini di Klopp sono riusciti a resistere agli attacchi napoletani e nel finale di partita hanno agguantato la vittoria con le reti di Momo Salah e Darwin Núñez, entrambe originate da calcio d’angolo. Nonostante la sconfitta, il Napoli si è confermato come primo del proprio girone per via della migliore differenza reti negli scontri diretti ed ha potuto partecipare al sorteggio degli ottavi di finale come testa di serie.

Indubbiamente ciò ha evitato alla squadra le avversarie più temibili e infatti gli azzurri di Spalletti hanno dovuto affrontare l’Eintracht di Francoforte, non certo una corazzata come Real Madrid o Manchester City. Nella doppia sfida con i tedeschi, non hanno lasciato scampo agli avversari, tanto che, secondo le più recenti scommesse sportive, la netta vittoria ha proiettato la squadra tra le favorite per il trionfo finale.

Sorteggio Champions League
Immagine in evidenza: sorteggio Champions League – crediti foto: pagina ufficiale Facebook UEFA Champions League

L’andata in Germania ha messo subito le cose in chiaro: il Napoli ha dominato la sfida con un possesso palla del 70% e ben 10 tiri in porta tentati. L’Eintracht non è mai riuscito ad impensierire i pali difesi da Meret e verso la fine del primo tempo Osimhen ha trovato l’inserimento vincente sulla ripartenza veloce orchestrata da Lozano.

Al 13’ della ripresa i tedeschi rimangono in 10 per un brutto fallo di Muani su Anguissa e la strada si mette ancora più in discesa per il Napoli che comunque fino a quel momento aveva dominato la gara. Poco dopo infatti arriva il raddoppio di Di Lorenzo su assist di tacco di Kvaratskhelia. La sfida di ritorno serve solo a confermare la superiorità degli azzurri che con una doppietta di Osimhen ed il rigore di Zielinski archiviano la pratica tedesca e si qualificano ai quarti come una delle squadre favorite.

Il sorteggio di Nyon del 17 marzo ha riservato numerose sorprese: il Napoli infatti è stato sorteggiato nella parte superiore del tabellone e dovrà vedersela con il Milan, in un derby italiano che saprà entusiasmare i tifosi di tutta Italia. L’andata si giocherà al Giuseppe Meazza mentre il ritorno si svolgerà il 18 aprile al Maradona con i biglietti che finiranno sicuramente in poche ore.

L’altro quarto di finale vede l’Inter affrontare nuovamente una squadra portoghese, il Benfica, con il ritorno che si giocherà a Milano. La parte inferiore del tabellone vede sfidarsi le grandi favorite alla vittoria finale con il Real Madrid campione in carica che se la vedrà con il Chelsea e invece il Manchester City di Guardiola giocherà contro i tedeschi del Bayern Monaco. 

Conclusioni

Il mese di aprile ci regalerà tantissime sfide di alto livello e ci sono ottime possibilità di vedere almeno una squadra italiana in finale. Tra le favorite c’è sicuramente il Napoli che però oltre a dover superare il Milan dovrà guardarsi le spalle dalle corazzate europee che hanno come obiettivo primario la vittoria della Champions League.

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here