E pensare che questo europeo non avrebbe dovuto giocarlo. Dopo l’infortunio di Sensi, il c.t. Mancini ha scelto di convocare Matteo Pessina, autore di una buona stagione con l’Atalanta.

Il centrocampista è attualmente a quota 2 gol e capocannoniere degli azzurri in euro2020 con Immobile e Locatelli.

Pessina in gol contro il Galles

Le sue prestazioni sono sorprendenti. Ha avuto a disposizione solo un match da titolare e due da subentrato (di cui una contro l’Austria). Ed è stato decisivo, decretando il finale 1-0 contro il Galles e segnando il gol del raddoppio azzurro negli ottavi due giorni fa.

Centrocampista di inserimento, Matteo non ha segnato tanti gol nell’ultima stagione. Per lui 2 centri, dovuti anche all’alternanza con i vari centrocampisti della Dea. È stato nel finale di campionato che però il suo estro è venuto fuori, con ottime giocate.

Dopo il gol contro l’Austria

La vicenda di Pessina dà un grande esempio: a 24 anni arriva la tua opportunità e mostri il meglio di te! Di sicuro Gasperini starà già immaginando come poter sfruttare al meglio questo potenziale nella prossima annata con l’Atalanta.

Matteo Pessina è davvero curioso: è un ragazzo quasi d’altri tempi; ama il latino, non gioca alla PlayStation contrariamente a tutti i suoi compagni di nazionale. Lui e Locatelli (altro exploit dell’Italia di euro2020) preferiscono giocare a ping-pong. Ma non è finita qui: il 24enne nativo a Monza non ha tatuaggi, odia essere al centro dei riflettori e non è mai fuori contesto con i suoi discorsi; mai una parola fuori posto. Non ama usare tanto i social, il suo lavoro per lui richiede molta attenzione, quasi da oscurare quello di cui il prototipo di calciatore attuale invece si circonda.

Perché è un bravo ragazzo, è proprio il caso di dirlo!

Articolo precedente“Grazie Mister!”, i commenti dei foggiani per salutare Marchionni
Articolo successivoZeman torna a Foggia, Roy sui social: “Bentornato a casa Mister!!!”
Emanuele Gengari, nasce a Foggia 11/10/1997. Appassionato fin da subito al mondo dell’intrattenimento e della comunicazione, si cimenta immediatamente nella conduzione di eventi cittadini, per poi approfondire questo ambito entrando parallelamente a far parte di diverse radio, fino all’approdo a Radio Master (attualmente continua ad esserne speaker). Affascinato dalla potenza della comunicazione, approfondisce i propri metodi frequentando la facoltà di scienze della formazione e dell’educazione presso l’Università di Foggia. Trova poi nella scrittura una grande risorsa per potersi esprimere a contatto con il pubblico. Inizia recensendo uscite musicali per le redazioni delle radio per cui lavora e poi, essendo un grande amante del calcio, riesce ad unirvi la capacità comunicativa grazie all’ingresso nella redazione de lagoleada.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here