sabato, 15 Giugno, 2024

Lettera di un tifoso al Presidente: “Non possiamo finire così”

La lettera al presidente del Foggia: “Ha tra le mani i nostri sentimenti, non possiamo finire così”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di un tifoso, Gabriele Biancardini, founder della pagina Imperat Fovea Semper.

“Presidente Nicola Canonico, ho appena preso qualcosa per il mal di testa e mi appresto a scriverLe questa lettera, come ultimo tentativo per farla tornare su i suoi passi, cosciente che tutto ciò risulterà vano. Glielo ho scritto anche privatamente, quando arrivò a Foggia neanche immagina quante speranze sono state riposte in lei – scrive il tifoso.

“Quelle speranze che come fiammelle quest’anno hanno dovuto lottare per rimanere accese, accusando più volte repentini soffi di vento, che ne hanno messo a dura prova la propria luminosità, tra un cambio di rotta e un altro, ma dove alla fine il calore rimaneva costante, anche quando la credibilità iniziava a vacillare” – continua.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Canonico
Immagine in evidenza: uno scatto di Pescara-Foggia (Serie C – girone C 22/23) – crediti: pagina ufficiale Facebook Calcio Foggia 1920

La lettera di un tifoso al Presidente

Se tiene realmente al Foggia, presidente, deve ritornare su i suoi passi e prendere coscienza di errori gestionali evidenti, che gravano su questo finale di stagione dove stiamo rendendo cenere tutto ciò che avevamo provato a costruire insieme.
La sua era a Foggia probabilmente giungerà al capolinea e le rassicurazioni da lei date al momento non bastano per consolare una piazza incazzata dalla paura di dover continuare ad illudersi. Servono i fatti, un gesto che ci dia quel cenno di verità riguardo il suo interessamento al nostro Foggia, non solo per scopo economico”
– scrive ancora.

Richiami Gallo presidente. Metta da parte l’orgoglio e ci ripensi. Solo così questa stagione potrebbe ancora avere un senso di essere vissuta fino alla fine, prima che quelle fiammelle cessino definitivamente di esistere e si arrendano all’idea di essere state solo prese in giro. Non si può accettare una condizione simile, non possiamo permetterci di finire così. Ha tra le mani il nostro sentimento, quello della gente… la stessa gente che quest’anno non viene allo stadio e che oggi la contestava. La notte porta consiglio. Magari le sussurrerà qualcosa all’orecchio rievocandole questa fotografia (dove dire con Gallo, ndr.) che le ricorderà che a volte non c’è cosa più semplice nella vita che ridere… senza complicarsi l’impossibile. Buonanotte presidente. Non c’è cuscino più morbido, di una coscienza pulita” – conclude.

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here