Maurizio Sarri è ormai pronto a prendere le redini della corazzata bianconera: i concetti espressi durante la conferenza stampa di presentazione vogliono trovare però conferma nei fatti. É già in programma, infatti, forse già oggi o comunque in questi giorni, la partenza assieme a Fabio Paratici in direzione Costa Navarino (Grecia) per incontrare Cristiano Ronaldo, un confronto tra professionisti che iniziano a conoscersi e trovare la giusta sintonia: il primo obiettivo resta comunque definire la strategia di mercato da perpetrare.

Cristiano Ronaldo detiene quasi tutti i record mondiali, vorrei fargliene battere qualcun altro. Per esempio io ho avuto il giocatore che ha segnato di più una stagione di Serie A (Higuain, ndr), mi piacerebbe averne un secondo” – queste le parole di Sarri in conferenza e sembrano dare ulteriore conferma a quella che sarà la strategia tattica nella fase offensiva bianconera, con il fuoriclasse portoghese prima punta al centro del tridente.

Grande lavoro ci sarà dunque da fare per quanto riguarda gli esterni offensivi: Douglas Costa potrebbe avere una nuova chance, Cuadrado è in dubbio, in entrata il sogno resta Federico Chiesa, che agli Europei u21 sta mostrando tutto il suo potenziale, ma Commisso fa resistenza.

Se invece dal confronto tra Ronaldo e Sarri si decidesse di adottare una soluzione più simile a quella del 4-3-3 di Allegri (o tornando ai tempi del Real) con il portoghese che parte dall’esterno per accentrarsi, ecco allora che tornerebbe di moda l’obiettivo Icardi per fare il “lavoro sporco” in mezzo all’area, anche se Dybala falso nueve avrebbe un che di suggestivo ripensando al Mertens dell’ultimo anno a Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here