Intervistato dal canale ufficiale della UEFA, Matthijs De Ligt parla della sfida di Champions League col Lione, con un occhio di riguardo al futuro della sua Juventus nella competizione:

“Il Lione è molto forte, con tanti giovani che vogliono crescere, una buona squadra. In questo senso è simile al mio Ajax. Lì giocano due miei compagni di nazionale, Memphis Depay e Kenny Tete. Ho giocato contro di loro anche quando ero all’Ajax, quindi conosco lo stadio e il club. Memphis non ci sarà e per lui è un infortunio pesante, ma il Lione è forte anche senza di lui.
L’arrivo in Italia? Ambientarsi è difficile perché qui si gioca anche con più uomini contro un attaccante, ed è molto diverso rispetto a quello che facevo prima. Io non ho paura di andare uno contro uno ed è una cosa che ho imparato all’Ajax.
Sarri? La Juventus è la squadra più forte d’Italia, vuole attaccare e vincere. Con questo allenatore è importante partire dalle retrovie, avanzare con coraggio e far vedere che hai voglia di giocare la palla. Per riuscirci devi avere una buona tecnica, che è sempre importante.
Champions? Non si può mai dire chi la spunterà, noi ci impegniamo al massimo, sappiamo di essere forti, abbiamo le qualità e dobbiamo dimostrarlo in partite come questa. È la parte più importante, ma bisogna anche avere fortuna per andare avanti. Non so dire se riusciremo a vincerla, ogni squadra lo sogna, è importante crederci. Noi abbiamo le qualità per farlo, staremo a vedere”.

Immagine in evidenza: Juventus

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here