La pazienza è finita. La vittoria casalinga contro la Cremonese sembrava aver ridato lustro alla squadra e speranza a tutti i tifosi, che, nonostante la crisi di risultati, continuano a sostenere calorosamente i propri beniamini, in casa ed in trasferta. Tuttavia, mentre tutti si aspettavano un cambio di rotta, sono arrivate altre sconfitte che hanno rispolverato il malcontento e la rabbia, che avevano scandito i giorni precedenti l’esonero di Grassadonia.

Gianluca Grassadonia
Gianluca Grassadonia, crediti Foggia Calcio

La partita contro il Perugia ha evidenziato ancora una volta i limiti di una squadra che ad oggi si trova penultima in classifica: svogliatezza, disattenzione, mancanza di carisma, incapacità di creare trame offensive. Ancora una volta il Foggia è stato travolto ed in trasferta la vittoria manca ormai da tempo. L’ultima e unica risale al 29/09/2018 (Benevento – Foggia), quando i rossoneri si imposero con tre reti al Vigorito.

Il calendario, dal canto suo, non è amico del Foggia. Domenica, allo Zaccheria, arriva il Verona, squadra in forma e costruita per vincere. Serve una scossa affinché si possa chiudere il girone di andata “nel migliore dei modi”, aspettando con ansia il mercato di riparazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here