lunedì, 15 Aprile, 2024

La grande sfida del Sud: quando il Foggia sconfisse il Napoli

Era l'8 dicembre 2004 quando uno stratosferico Foggia annichiliva il Napoli tra le mura amiche del "Pino Zaccheria". Le emozioni del match

Era l’8 dicembre 2004 quando il Foggia riuscì ad avere la meglio – in una delle tante partite maggiormente impresse nella memoria collettiva del tifo rossonero – sul Napoli; l’incontro era valido per il 14° turno del girone B di Serie C.

Fu super, quel giorno, la prestazione degli uomini di Giuseppe Giannini, che misero alle corde gli azzurri, allora guidati da Gian Piero Ventura. Il primo ad andare in gol per i “Satanelli” fu Marco Cellini al 17′, con un bel colpo di testa a capitalizzare il suggerimento di Mounard su punizione dalla sinistra. Proseguì a tamburo battente l’offensiva rossonera, con occasioni per Cimarelli, Micco e Mounard tra 20′, 23′ e 24′, ma fu Cellini ancora di testa – su cross proprio di Micco, sempre dalla sinistra – a trafiggere Belardi e portare a due le marcature dei suoi.

I partenopei riaprirono la sfida su sviluppi da corner allo scoccare del 45′, quando Montesanto approfittò di una corta respinta della difesa del Foggia e scagliò un destro al volo verso la porta: la deviazione decisiva sulla schiena di Tomei ingannò Marruocco e fissò sul 2-1 il parziale al termine della prima frazione.

I “Satanelli” non si persero comunque d’animo, ristabilendo al 49′ le distanze: l’errato disimpegno di Ignoffo agevolò il compito di Cimarelli, abile a freddare il portiere ospite con un diagonale dal limite. Ciliegina sulla torta il poker di Mounard ad un quarto d’ora dalla fine con un’azione “fotocopia” di quella che portò al gol partenopeo: palla persa dalla retroguardia, rincorsa di qualche metro e potente destro dalla distanza da parte del belga, concretamente imparabile. 4-1 e “Zaccheria” in visibilio.

Il Foggia – che quell’anno conobbe le gestioni tecniche di Giannini e Morgia – concluse il campionato a metà classifica, al decimo posto. Anche i partenopei alternarono due allenatori nel corso della stagione: con Edy Reja, sostituto dell’esonerato Ventura, cambiarono rotta ed agguantarono un posto nei playoff, grazie alla loro terza posizione in classifica. L’obiettivo promozione in cadetteria per gli azzurri naufragò in finale, dove ad avere la meglio nel doppio confronto fu l’Avellino (and. 0-0 a Napoli, rit. 2-1 ad Avellino).

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Foggia-Napoli 4-1
Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Napoli 4-1 (Serie C – girone B 2004/2005) – crediti foto: screenshot dal video della partita integrale pubblicato sul canale YouTube 19Utub86

Foggia-Napoli 4-1 (08/12/2004), il tabellino

Gol: 17′, 27′ Cellini (F), 45′ Montesanto (N), 49′ Cimarelli (F), 75′ Mounard (F)

Foggia (4-3-1-2): Marruocco; Galeotti, Pagliarulo, Tomei, Micco; Cimarelli (63′ Di Gennaro), Moro, Stefani; Oliveira; Cellini (84′ Da Silva), Mounard (81′ Cichella). A disposizione: Efficie, Servi, Pascariello, La Porta. Allenatore: Giuseppe Giannini.

Napoli (3-5-2): Belardi; Terzi, Ignoffo, Savino (46′ Accursi); Abate, Montesanto, Corrent, Montervino (57′ Gatti), Mora; Varricchio, Berrettoni (57′ Toledo). A disposizione: Gianello, Corneliusson, S. Bonomi, Leandro. Allenatore: Gian Piero Ventura.

Recupero: 2′ p.t., 6′ s.t.

Spettatori: 9000

  • Arbitro: Massimiliano Velotto (Grosseto)
  • Assistenti: Lulj-Fraboni

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Napoli 4-1 (Serie C – girone B 2004/2005) – crediti foto: screenshot dal video della partita integrale pubblicato sul canale YouTube 19Utub86

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here