venerdì, 23 Febbraio, 2024

Il Foggia si gioca tutto: sarà un febbraio di fuoco

Tutto in poco più di una settimana: il Foggia si gioca tutto, cercando di blindare il prima possibile la salvezza

Turris e Brindisi in trasferta, Monopoli allo Zaccheria. E tutto questo nel giro di una settimana, la prossima. Tour de force per i rossoneri già cominciato con i primi allenamenti post-Catania, ora tre scontri salvezza in appena sette giorni. Uno slalom ravvicinato destinato a orientare il percorso della formazione di Cudini nella fase finale della stagione. Momento importante, ma che sarebbe giusto vivere con leggerezza chissà che non sia questa la strada migliore per sbloccare il Foggia in zonagol. Del resto è quello che di vuole per rispondere agli appuntamenti con il destino: è come se il calendario si fosse divertito a mettere subito alla prova il nuovo corso del tecnico marchigiano, rientrato in panchina da due partite (un punto) e ai comandi di una rosa rinnovata per il 40% con giocatori finalmente adatti al modulo 4-3-3“. Lo scrivono i colleghi del Corriere dello Sport Puglia nell’edizione odierna (07/02/2024) del quotidiano, in cui si fa il punto sulla missione salvezza che coinvolgerà il Foggia di qui a poco.

Resta aggiornato, iscriviti al nostro canale WhatsApp! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Foggia-Catania
Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Catania (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto su gentile concessione di Monica Carbosiero per lagoleada.it

Foggia, l’obiettivo è blindare la salvezza il prima possibile

Una sfida doppia per il Foggia, provare a salvarsi in anticipo (punti decisivi in tre sfide cardine) blindando la salvezza ed evitando il rischio di finire nella psicosi da bassa classifica. Si comincia domenica 11 febbraio al “Liguori” di Torre del Greco (1830), gara che si giocherà a porte chiuse su di disposizione del prefetto di Napoli, il foggiano Michele Di Bari (motivi di sicurezza). Campo sul quale – proseguono i colleghi – il Foggia passò autorevolmente nel dicembre 2022 (1-2) contro una formazione in cui militavano Perina in porta e Santaniello (subentrò nella ripresa), oggi punti di forza dei satanelli. Per i rossoneri di Menichini (21 punti), già invischiati in quota playout, una ghiotta occasione per agganciare il treno salvezza. Davanti al Foggia dunque un ostacolo impegnativo, in un momento di tenue ripresa dopo aver interrotto lo strapiombo dei quattro ko consecutivi nell’1-1 carico di rimpianti contro il Catania. Rossoneri in crescita, ma la verifica passa attraverso un campo minato data la situazione di classifica.

Nemmeno il tempo di metabolizzare il risultato ottenuto con la Turris che i rossoneri dovranno nuovamente misurarsi giovedì 19 febbraio, allo Zaccheria contro il Monopoli oggi quint’ultimo a 3 dalla formazione di Cudini. Il trittico si chiuderà lunedì 19 contro il Brindisi, penultimo a quota 16 punti, un derby da dentro fuori forse soprattutto per i padroni di casa nel disperato tentativo di non allargare oltre gli otto punti (attualmente sono sette) il distacco dalla quint’ultima che automaticamente, a norma di regolamento, non farebbe disputare i playout per non retrocedere. Foggia si gioca tutto, ma ha ancora un piede fuori dalla bagarre retrocessione: in questo momento – concludono – conta non finirci dentro“.

Resta aggiornato, iscriviti al nostro canale WhatsApp!

Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Avellino (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here