sabato, 15 Giugno, 2024

Foggia, verso l’accordo tra Canonico e Salandra? Intanto incombe l’ultimatum

L’affare Foggia è ancora in bilico tra Canonico e Salandra ma io tempo stringe. Ecco le ultime

Non resta molto tempo. L’ultimatum, dettato dalle scadenze, incombe sulla trattativa ancora bilico tra Canonico e Salandra. Il gruppo De Finis-Salandra, lo ricordiamo, vuole rilevare il pacchetto di controllo del club ma la questione non è semplice: “Le condizioni dell’affare arrivano ancora dal quartier generale di Modugno. Situazione in bilico, più fuori che dentro, ripetevano ieri pomeriggio”, si legge sul Corriere dello Sport.

Ieri pomeriggio intanto c’è stata una nuova call tra la sindaca Episcopo il duo di imprenditori foggiani. La sindaca poi, sempre in call, ha riferito a Canonico le ultime novità. L’imprenditore barese ha chiesto tempo e pare che ci sarebbe stato un passo avanti della cordata foggiana nella direzione richiesta da Canonico.

Resta aggiornato sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale WhatsApp e al nostro canale Telegram! Continua a leggere dopo la foto.

Zaccheria Foggia-Audace Cerignola
Immagine in evidenza: uno scatto di Foggia-Audace Cerignola (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Mario Mescia/lagoleada.it (RIPRODUZIONE VIETATA)

Foggia, resta poco tempo

Potrebbero, ma è da verificare, essere aumentate le cifre dell’accollo della debitoria e limate le richieste sulla fideiussione per assecondare le richieste di Canonico. De Finis e Salandra si dicono disposti a coprire l’intera debitoria, quella di 2,4 milioni di euro, chiedono però una fideiussione bancaria sui debiti extra che dovessero venir fuori durante la gestione sportiva. Le verifiche sui conti della società sono state affidate alla società di revisione Deloitte.

Sulla questione Pintus poi la cordata è disposta a coprire 500mila euro come parziale dei costi (1,6 milioni la richiesta dell’imprenditrice sarda) in attesa della sentenza del tribunale di Cagliari. Il Comune ha assunto un ruolo rilevante più per mediare tra i due gruppi (che non parlano direttamente tra loro se non per interposta persona della sindaca). Sembrerebbe sfumata la proposta degli imprenditori campani Nicola Di Matteo e Giuseppe Catena, “la cui offerta non sarebbe stata presa in considerazione dal Comune che propende per la soluzione foggiana”, si legge sul CdS.

Resta aggiornato sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale WhatsApp e al nostro canale Telegram!

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here