È successo al termine della partita tra il Montevarchi e il Cesena; il tecnico dei padroni di casa, Roberto Malotti, ha colpito il tecnico avversario, Mimmo Toscano del Cesena, con un pezzo di focaccia indurita. La notizia è subito diventata virale sul web.

Un gesto violento e antisportivo che ha reso necessaria una presa di posizione del club, il Montevarchi, nei confronti del proprio tesserato, condannandone così il gesto. L’episodio si è verificato nel post partita quando Toscano, impegnato in alcune interviste in sala stampa, è stato colpito dal cibo nei pressi dell’occhio, e chi era presente riferisce anche di aver sentito “esplicite minacce”.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Roberto Malotti Mimmo Toscano Focaccia
A sinistra Roberto Malotti, crediti: Aquila 1902 Montevarchi; a destra Mimmo Toscano, crediti: Cesena FC

Nato un battibecco cui però Toscano non ha reagito, rimediando anche un graffio vicino all’occhio. Come riferisce Cesena Today, sono stati i giornalisti presenti a calmare gli animi evitando che si arrivasse alle mani. Il motivo sterebbe nel fatto che Malotti rimproverava a Toscano di parlare troppo con i giocatori di casa.

L’addetto stampa della squadra toscana si è immediatamente scusato con la società bianconera. Adesso il giudice sportivo potrebbe prendere  provvedimenti nei confronti del tecnico del Montevarchi. Il club toscano intanto, attraverso una nota, ha preso le distanze dal gesto del proprio tesserato:

”La società Aquila Montevarchi 1902 prende le distanze da quanto accaduto ieri nel nella sala stampa al termine della partita Montevarchi -Cesena e si dissocia dal comportamento tenuto da Mister Malotti.

Rinnoviamo le scuse all’allenatore Toscano e a tutta la società del Cesena. Nei prossimi giorni saranno presi provvedimenti disciplinari nei confronti del nostro tesserato per l’atteggiamento antisportivo e non consono alla nostra Società”.

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here