Sarà un’estate calda in tutti i sensi per i tifosi del Foggia che attenderanno fino alla fine il ripescaggio in Serie C. A confermarlo è lo stesso Ninni Corda che rimpiange il mancato scontro diretto con il Bitonto. L’allenatore dei rossoneri spera nel ripescaggio. Ecco la sua intervista a La Gazzetta dello Sport:

“Il campionato si è fermato con la squadra in crescita. Avevamo lo scontro diretto con il Bitonto allo Zaccheria da giocare con migliaia di tifosi sugli spalti. Purtroppo è andata così, ora speriamo di poter raggiungere la Serie C attraverso la porta di servizio. Se valesse il discorso della meritocrazia dovremmo essere primi in classifica. Per il ripescaggio Ostiamare e Savoia sono davanti, pur avendo uno scarto più ampio del nostro da Turris e Palermo, tra noi e il Bitonto c’era un solo punto. Non andare in Serie C per noi sarebbe una beffa atroce”.

Intanto, Ninni Corda ha le idee chiare per il futuro e ha già appuntato sul taccuino i calciatori da riconfermare:

“Bisognerà aspettare gli eventi per il ripescaggio ma nel frattempo abbiamo le idee chiare su chi trattenere. Si ripartirà da Gentile, Anelli, Salvi, Gerbaudo, El Ouazni e Fumagalli”.

Poi, conclude: “Io allenatore in Serie C? Il presidente mi ha dato ampia libertà. Potrei tornare anche dietro la scrivania”.

Foto: Antonio Errichiello

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here