lunedì, 15 Aprile, 2024

Compleanno amaro del Cosenza, la Samp di Pirlo sbanca il San Vito-Marulla

E' stato un compleanno amaro quello del Cosenza, la Samp di Pirlo sbanca il San Vito-Marulla e torna a sperare nei Play-off. Dal nostro inviato

In tre minuti, 23’ prima e 26’ poi, Darboe e De Luca rovinano la festa per i 110 anni del Cosenza calcio. La Sampdoria di Pirlo, infatti, torna a vincere in trasferta e porta via da un San Vito-Marulla gremito da quasi 15.000 spettatori tre punti d’oro per la corsa ai play-off.

Tre punti che per i liguri significano tanto visto che in Calabria la squadra era orfana di ben otto titolatissimi. Il Cosenza ci ha messo cuore, specie nel finale, accorciando con Fabrotta ma a pesare sono stati gli errori sui due goal sampdoriani nel primo tempo.

Resta aggiornato sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale WhatsApp e al nostro canale Telegram! Continua a leggere dopo la foto.

Cosenza-Sampdoria
Cosenza-Sampdoria, foto di Pasquale Golia per lagoleada.it (Riproduzione Riservata)

Trovata la sicurezza, infatti, la squadra di Pirlo si é trincerata dietro e non ha lasciato spazio a tiri pericolosi dei rossoblú. Tra i promossi dei lupi il solito Tutino ma anche il giovane Fontanarosa dietro e sulla fascia il ritrovato Fabrotta. Ancora sotto tono, invece, Forte.

Ma nessun dramma, la squadra calabrese naviga in acque tranquille e prima del derby calabro contro il Catanzaro ci sarà il pronto riscatto contro la capolista Parma in Emilia. Si dovrá ripartire pensando alla festa, presenti tra l’ altro anche il Presidente di Lega B Mauro Balata e tutti i sindaci della Provincia di Cosenza, andata in scena tra musica, luci e colori, al San Vito-Marulla ed al calore della gente di Cosenza.

Resta aggiornato sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale WhatsApp e al nostro canale Telegram! Continua a leggere dopo la foto.

Andrea Pirlo durante Cosenza-Sampdoria
Andrea Pirlo durante Cosenza-Sampdoria, foto di Pasquale Golia per lagoleada.it (Riproduzione Riservata)

Cosenza-Sampdoria, la partita

La Sampdoria ci prova già al 4′ minuto con una ripartenza che, comunque, non ha impensierito la difesa rossoblù. All’8′ è stato, invece, Tutino ad accendersi di colpo, creando il panico sulla fascia destra e, poi, ancora lui al 13′, dopo uno scambio interessante con Frabotta, si è esibito in un’improvvisa incornata finita di poco a lato. Fuori, anche, al 16′ la punizione calciata da Alvarez.
Al 21′ l’attaccante napoletano ha trovato il modo di impegnare ancora Stankovic, ma i blucerchiati, usciti dal loro perseverante torpore, hanno colpito all’improvviso con 2giocate estetiche, quanto efficaci. Dopodiché, il tiro a giro di Tutino al 44′ è stato l’ultimo atto di un primo tempo finito male per la squadra di casa.

Nella ripresa la Sampdoria ha pensato, soprattutto, ad amministrare il risultato e lo si è visto chiaramente con Stankovic che su ogni rimessa ha più volte rischiato di rimediare il giallo, solo che un ‘distratto’ Di Marco si è più volte girato dall’altra parte, facendo finta che nulla di male stesse accadendo. Il Cosenza, nonostante l’abbondanza di attaccanti, non ha saputo tuttavia imprimere la svolta alla partita e, spesso, si è smarrito in giocate leziose e inconcludenti. Frabotta l’ha, comunque, riaperta al 75′ da calcio d’angolo, ma a parte la conclusione di Zuccon al minuto 77′ non si è visto più nulla di buono da entrambi le parti.

Resta aggiornato sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale WhatsApp e al nostro canale Telegram!

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here