sabato, 15 Giugno, 2024

Il Foggia c’è, il gol no: con l’Avellino è 0-0

È 0-0 al Partenio-Lombardi tra Avellino e Foggia: prova tutto sommato buona per i ragazzi di Cudini, che però non finalizzano

Termina a reti bianche Avellino-Foggia: è 0-0 tra le mura del Partenio-Lombardi, dove i ragazzi di mister Mirko Cudini affrontano un’ottima prima frazione sfiorando più volte lo 0-1, per poi subire il ritorno dei Lupi nella ripresa con qualche iniziativa e finire contemporaneamente sì alla ricerca della rete del vantaggio – che non arriva – ma anche tra i brividi per un’occasionissima sciupata da Patierno proprio all’ultimo secondo.

La cronaca del primo tempo

Al fischio d’inizio, il possesso del pallone è dell’Avellino e prova a farsi vedere dalle parti di Nobile, dovendo però fare i conti con la retroguardia rossonera che respinge queste prime sortite. Occasionissima per il Foggia al 4′: Garattoni aggredisce ottimamente gli spazi all’interno dell’area di rigore occupandoli centralmente per colpire di testa su un ottimo suggerimento di Rizzo, ma spedisce a lato di un soffio. Il gioco è tendenzialmente spezzettato, le azioni dei primi minuti sono spesso interrotte dall’intervento dell’arbitro. Ottima percussione rossonera al 10′, che porta Schenetti dal limite dell’area ad accentrarsi e scagliare il destro verso i pali di Ghidotti, lesto a volare e mandare in corner. Gira palla l’Avellino, alla ricerca del pertugio giusto che almeno in principio sembra non trovare. I Satanelli provano a sfondare principalmente dalla corsia sinistra, occupata da Rizzo che spesso e volentieri offre traversoni insidiosi su cui però la difesa di casa fa buona guardia: su una respinta ci prova Di Noia con una volée attorno al quarto d’ora, ma la palla termina sul fondo. Ospiti ancora vicini al vantaggio al 17′: Tonin sponda per Schenetti, che si incunea come una spina in area per servire all’altezza del dischetto del rigore Beretta, ma da pochi passi il centravanti spedisce fuori rasoterra. Primo squillo per l’Avellino al 22′: è Cancellotti ad impegnare Nobile col sinistro dalla distanza, l’estremo difensore rossonero controlla senza problemi. Gran botta al 27′ dalla trequarti ancora di Di Noia, un fendente a filo d’erba che Ghidotti sembra poter controllare ma non c’è bisogno perché termina a lato del palo alla sinistra del portiere irpino. Sugli sviluppi di una punizione ci prova l’Avellino: da un batti e ribatti la sfera termina tra i piedi di Rigione, che calcia trovando l’opposizione di Marzupio. Qualche giro d’orologio più tardi, ancora Cancellotti da posizione centrale – appena fuori dall’area di rigore – chiama Nobile all’intervento, ma il tiro è allo stesso modo centrale e non crea problemi al numero 96 rossonero. È un continuo, vicendevole scambio di manovre con l’unico obiettivo di trovare la rete che sblocchi l’incontro, che però non viene trovata. Tonin punta Rigione ed aspetta l’arrivo di Rizzo, con quest’ultimo che crossa ancora alla ricerca del collega Garattoni, che non riesce però a staccare come in apertura di frazione. È un Foggia spesso e volentieri da esterno a esterno. Anche i Lupi ci provano con un cross: Cancellotti dalla destra assiste in mezzo per Kikko Patierno, che di testa in girata non centra però lo specchio della porta, il tutto all’imbrunire della prima frazione, la quale va in archivio dopo un minuto di recupero. C’è tempo anche per un tentativo di Marconi di testa su suggerimento di Dall’Oglio, ma la palla assume una traiettoria a palombella che non può impensierire Nobile.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Tonin Avellino-Foggia
Immagine in evidenza: uno scatto di Avellino-Foggia (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

La cronaca del secondo tempo

Subito in avanti il Foggia di mister Cudini, che si fa vedere con uno sviluppo in verticale che porta ad un corner, i cui sviluppi portano però ad un nulla di fatto. Si riversa sul capovolgimento di fronte dalle parti della difesa avversaria l’Avellino, che prova a sfondare in area con Patierno ma allo stesso modo senza successo. È il 48′ quando il Foggia ha una grandissima chance di mettere la freccia con Schenetti, che in girata dall’interno dell’area conclude alto. È tutto ancora bloccato quando si raggiunge l’ora di gioco, 0-0 al Partenio-Lombardi, ma i padroni di casa si propongono di più: al 63′ ci prova di testa Patierno dall’interno area, Nobile blocca a terra e fa ripartire i suoi. Sempre il numero 9 dell’Avellino si rende pericoloso nel giro di 60 secondi, sguscia alla difesa rossonera e cade a terra in area: si reclama il calcio di rigore, che l’arbitro Lovison non ravvisa. Ottimo momento per i ragazzi di mister Pazienza, che in un certo senso creano un fil rouge con il voglioso atteggiamento dei primi minuti di contesa. Ci prova il neoentrato Gori al 72′ in girata da lontano, conclusione su cui Nobile risponde tranquillamente presente. Buona idea di Palmiero per Patierno al minuto 82: il centravanti stoppa di petto e gira verso i pali trovando ancora una volta l’opposizione di Nobile. Break centrale di Martini un minuto dopo, che scippa palla al portatore di palla dell’Avellino, procede centralmente e conclude, però in maniera sbilenca. Anche Peralta si rende protagonista di un tentativo, pressappoco dalla stessa distanza del tentativo di Martini: sinistro a giro che termina alto sopra la traversa. Fa venire i brividi ai tifosi di casa ancora una volta Peralta, che sempre di sinistro ci prova, a giro ma a mezz’altezza, palla di poco a lato quando mancano 360 secondi al 90′. Il Foggia ora ci prova con calma, vuole il gol del vantaggio per quanto ci è andato vicino; ha le stesse intenzioni anche l’Avellino, che ci prova con il solito Patierno a cui Nobile dice ancora di no. Tentativo anche dell’ex Tounkara di destro al 90+3′, Ghidotti c’è. Brividi finali per il Foggia: Patierno approfitta di un errore di Vacca per appropriarsi della sfera e presentarsi a tu per tu con Nobile, ma l’ex Virtus Francavilla sciupa clamorosamente. Dopo quattro e poco più minuti di recupero, il direttore di gara Lovison fischia la fine della gara.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Garattoni Avellino-Foggia
Immagine in evidenza: uno scatto di Avellino-Foggia (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

Avellino-Foggia 0-0, il tabellino

Avellino (3-5-2): Ghidotti; Rigione, Cionek, Benedetti; Cancellotti (78′ D’Amico), Dall’Oglio (78′ Sannipoli), Armellino (60′ Palmiero), D’Angelo, Tito (71′ Falbo); Patierno, Marconi (60′ Gori). A disposizione: Pane, Pizzella; Ricciardi, Sgarbi, Mulè, Pezzella, Tozaj. Allenatore: Michele Pazienza.

Foggia (3-4-1-2): Nobile; Salines, Marzupio, Carillo; Garattoni, Martini, Di Noia, Rizzo; Schenetti (69′ Vacca); Beretta (78′ Peralta), Tonin (69′ Tounkara). A disposizione: Cucchietti, De Simone, Marino, Antonacci, Fiorini, Papazov, Rossi, Vezzoni, Idrissou, Brancato. Allenatore: Mirko Cudini.

Ammoniti: 43′ Dall’Oglio (A), 54′ Marzupio (F), 90′ Martini (F), 90+4′ Sannipoli (A)

Espulsi: nessuno

Calci d’angolo: 1-4

Recupero: 1′ p.t., 4′ s.t.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Beretta Avellino-Foggia
Immagine in evidenza: uno scatto di Avellino-Foggia (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

Avellino-Foggia, la designazione arbitrale

  • Arbitro: Roberto Lovison (Padova);
  • Assistente 1: Nicolò Moroni (Treviglio);
  • Assistente 2: Francesco Romano (Isernia);
  • Quarto Ufficiale: Gerardo Simone Caruso (Viterbo).

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: uno scatto di Avellino-Foggia (Serie C – girone C 2023/24) – crediti: foto di Luigia Spinelli (RIPRODUZIONE VIETATA)

Ultimora

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here