La disputa di un Mondiale coincide anche con la scrittura di belle storie di calcio. È il caso di oggi, con l’incredibile vittoria dell’Arabia Saudita sull’Argentina, addirittura in rimonta. Prestazione stoica e storica da parte degli uomini di Hervé Renard, che portano a casa un risultato insperato contro la ben più quotata Nazionale guidata da Lionel Scaloni.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui! Continua a leggere il testo dopo la foto.

Argentina-Arabia Saudita
Immagine in evidenza: uno scatto di Argentina-Arabia Saudita 1-2 (Qatar 2022, fase a gironi) – crediti foto: pagina ufficiale Facebook

Argentina-Arabia Saudita, Al-Dossari fa volare in alto i “Falconi Verdi”

Ci aveva pensato il solito Leo Messi ad aprire la contesa già al 10′, grazie ad un calcio di rigore concesso per fallo di Abdulhamid su Paredes. L’Albiceleste prova a fare la voce grossa e farsi vedere dalle parti di Al Owais, ma si trova ben tre reti annullate sul groppone, tutte per fuorigioco e con autori Messi e due volte Lautaro Martinez.

L’Arabia Saudita si compatta e scende in campo nella ripresa con un piglio decisamente diverso, più combattivo che si traduce nel gol del pari al 48′: Al Shehri viene lanciato in profondita, vince l’uno contro uno con Romero, si sposta la palla sul sinistro e con una conclusione chirurgica non lascia scampo ad Emi Martinez. Servono appena cinque minuti per l’apoteosi dei “Falconi Verdi” con il bellissimo gol di Al-Dossari, che controlla palla vicino al vertice sinistro dell’area di rigore, si accentra liberandosi di De Paul e Paredes e fa partire un destro da cineteca: Martinez sfiora, ma non basta. Il risultato non cambia più e l’Arabia Saudita si issa in vetta al girone C, in attesa di Messico-Polonia delle 17:00 di oggi.

Seguici anche su Telegram! Clicca qui!

Immagine in evidenza: uno scatto di Argentina-Arabia Saudita 1-2 (Qatar 2022, fase a gironi) – crediti foto: pagina ufficiale Facebook

Vuoi restare sempre aggiornato sul calcio? 👍🏼 METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
© copyright - lagoleada.it, riproduzione riservata (art. 13 L. 633/41)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here